arte-storia-

home  |   arte  |   cartoline  |   curiositÓ  | Mameli  | monumenti  |   fontana  | numeri utili | trilussa  | pinelli  | locali  | rifiuti  | festa-noantri  | isolaTiberina  | Belli  | chiese  | SMaria |

Piccola Guida di Trastevere, piazza Giuditta Tavani Arquati

Giuditta Tavani Arquati
(Roma, 30 aprile 1830 ľ Roma, 25 ottobre 1867) Ŕ stata una patriota italiana.

Figlia di Adelaide Mambor e Giustino Tavani, un difensore della Repubblica Romana trasferitosi in esilio a Venezia dopo aver scontato una lunga pena nelle carceri pontificie, la Arquati crebbe in un ambiente che le fece acquisire saldi principi laici e repubblicani.
Nel 1844 nella parrocchia romana di San Crisogono Si spos˛ a quattordici anni con Francesco Arquati seguendone il percorso politico.

giuditta

Giuditta Tavani Arquati Ŕ stata la prima donna romana patriota ad essere ricordata tra i martiri vittime della oppressione clericale e confessionalista del potere pontificio.
Il suo brutale assassinio fece lievitare ferocemente il risentimento della popolazione romana nei confronti di un dominio papale che, dopo essere stato abrogato per ben due volte (la prima nel 1798 e la seconda nel 1848) dalla sovranitÓ popolare, era stato ripristinato nel 1849 dalle armi francesi chiamate dal papa e veniva visto sempre pi¨ come una imposizione straniera..

La battaglia nel lanificio Ajani
La mattina del 25 ottobre 1867, giorno in cui Garibaldi prendeva Monterotondo nel corso della terza spedizione per liberare Roma, una quarantina di patrioti, di cui 25 romani, si riunirono in via della Lungaretta 97, nel rione romano di Trastevere, nella sede del lanificio di Giulio Ajani, per decidere sul da farsi.
Sotto il fuoco rimasero uccise 9 persone, tra cui Giuditta Tavani Arquati, incinta del quarto figlio, il marito e il loro giovane figlio.

Fonte:Wikipedia

 

Giuditta Tavani Arquati

Il 25 ottobre 1867 Giuditta Tavani Arquati (incinta del suo nuovo figlio mai nato) venne massacrata con la sua intera famiglia e con altri patrioti nella casa di Giulio Aiani in Trastevere dagli zuavi pontifici..(sotto in un quadro d'epoca)

giuditta

La memoria di Giuditta Tavani Arquati e degli insorti di Trastevere (1877) a via della Lungaretta La figura di Giuditta Tavani Arquati divenne simbolo della lotta per la liberazione di Roma e per anni gli abitanti di Trastevere e le associazioni laiche e repubblicane commemorarono con una targa l'eccidio (sotto il busto la targa).

giuditta

1║ novembre 1909 piazza Romana, che si trovava nelle vicinanze del lanificio di via della Lungaretta, viene rinominata Piazza Giuditta Tavani Arquati.

torna alla precedente

::: segue ...Mameli

sculture

Sculture di Marisa Poliani

Son forme suggestive, tonde e avvolgenti, come coppe di nettare, vasi di fioritura, piatti in cui versare la profusione cromatica dell'iride, sculture astratte, che si protendono verso l'infinito, in attesa di un propizio Habitat .

Oppure sono Domestic Toys, utensili che assecondino docili le esigenze funzionali, pur conservando intatto il fascino primigenio della struttura primaria della materia Abovo.

Giuliana Galli (Modena) .

CSS Valido! Valid XHTML 1.0 Transitional

^ Torna a inizio pagina