...
Pittura modulare.

La ricerca e la sperimentazione

Nell'Arte.... Si cerca di trovare accostamenti tra colori primari e complementari, per arrivare alla armonia.
Colori caldi contrapposti a colori freddi, per suscitare emozioni.
Si cercano le numerose variabili rappresentate dalla teoria del colore.
Le variabili di qualità e quantità. E si sà, anche la quantità del colore nello spazio ha la sua variabile..La sua intensità dipende anche dalla sua superficie (H. Matisse ha avuto modo di affermare che un metro quadrato di blu è più blu di un centimetro quadrato dello stesso colore).
Sembra ovvio ma è la sua percezione che ci interessa indagare.

Quindi se l'oggetto, nel caso che ci interessa , un quadro, ha delle misure variabili, anche il soggetto in esso rappresentato da un colore avrà una fruizione condizionata dallo spazio che occupa. Pertanto la verifica di questo assunto porta alla pittura "modulare". Indagare le forme nella ripetizione di moduli e vedere crescere l'opera come un grande puzzle. Grande liberta di sperimentazione per chi esegue l'opera. Grande libertà di interagire per chi fruisce dell'opera, spostando i vari moduli della composizione.

Marisa Poliani