donwload filezilla download filezilla client donwload filezilla download latest filezilla download filezilla client download filezilla 3.2 download filezilla for windows download filezilla 64 bit download filezilla vista download filezilla exe download filezilla ftp software
testataimgdisegna
Sonia Delaunay

Sonia   SoniaDelaunay

  Il quadro dell’orfismo va completato con Sonia Delaulay che anche lei prosegue nella ricerca degli effetti di movimento e di esaltazione dei colori .
Nei suoi Prismi elettrici (nella foto), la rotazione dei dischi colorati crea lo spettacolo esaltante della luce elettrica, e si fa espressione della nuova poesia della modernità.
Nata in Ucraina, ma trasferitasi a Parigi alla età di venti anni, Sonia Delaunay, moglie del pittore francese Robert Delaunay, e personaggio di spicco della prima avanguardia parigina, ci permette un affascinante viaggio attraverso l’arte del XX secolo: dalla Russia alla effervescente e cosmopolita ambiente parigino degli anni precedenti la Prima guerra mondiale..

 

La percezione del colore

Per poter vedere qualsiasi cosa e ammesso che i nostri occhi e il nostro cervello funzionino egregiamente, abbiamo bisogno di un minimo di luminosità, cioè di una minima presenza di luce; al buio assoluto siamo completamente ciechi. In una giornata di sole tutto si illumina di colore.  Il meccanismo della percezione visiva può essere riassunto come segue:
Le cose illuminate  riemettono  una parte della luce, la quale arriva ai nostri occhi e vi penetra.
I nostri occhi elaborano la luce riemessa da un oggetto codificandone forma, rapporto chiaro-scuro e colore.
Queste diverse codifiche vengono inviate al cervello che ce  le fa percepire attivandosi in diverse aree ben identificate dalle Neuroscienze.

La percezione visiva avviene quindi grazie al cervello e nel cervello stesso: è quindi "virtuale" come i nostri pensieri e la nostra immaginazione e, come questi, in grado di provocare risposte emotive ed atteggiamenti psicologici diversi.

Il termine "Orfismo" era stato inventato da Apollinaire nei 1912 per descrivere la pittura lirica e sensitiva di Delaunay R. , basata unicamente sul contrasto dinamico di luci e colori ed era stato esteso dallo stesso critico agli altri pittori cubisti che realizzavano una pittura di movimento per esprimere "una visione più interiore , più poetica dell’universo e della vita". 

Disegna un clima di cultura che sulla scia di Delaunay si forma in Francia negli anni 1912-14 in antitesi e in polemica con il carattere ancora realistico e statico del cubismo di Picasso e Braque.

I pittori orfici -scriveva Apollinaire– creano composizioni nuove con elementi "attinti non dalla realtà , ma da loro interamente create." Attraverso il colore la pittura si fa ricerca della pura espressione lirica. Rifiutando la imitazione della realtà ed esprimendosi attraverso la forza suggestiva del colore e del movimento.

Pittori orfici realizzano in Francia le prime manifestazioni di arte astratta.        

                                             segue
  

--
CSS Valido! Valid XHTML 1.0 Transitional