giraffa

Tecniche di base:maschere

Le maschere si posso realizzare anche con un calco.

L'Italia è famosa nel mondo per le maschere veneziane ed i Carri di Carnevale. Per rivestire i quali occorre preparare delle armature che sarano ricoperte di strisce di carta incollate. In ultimo saranno dipinte.

Due sono i metodi base per lavorare LA CARTAPESTA.

Con uno si usano strisce di carta, con l'altro l'impasto. Con il primo metodo si strappano strisce di carta e si incollano sopra un oggetto come rivestimento per coprire una armatura, come la giraffa qui a fianco. Con il secondo metodo, si immerge, la carta in acqua per formare un impasto della consistenza della pasta del pane. Questo impasto può essere utilizzato già così, oppure và grattato una volta asciutto e usato come polvere da spennellare come ultimo strato. Renderà un effetto marmoreo all'oggetto.
La decorazione sarà molta raffinata. I due metodi si possono usare insieme.

REALIZZAZIONE DELLA CARTAPESTA

Strappate a mano tante striscioline di carta, (non tagliate) che metterete per qualche minuto a mollo in una bacinella con acqua e un po' di colla vinilica. Lasciate per almeno una notte a mollo, poi fateli bollire per circa 20 minuti. Eliminate l'acqua con un colino e cercate di strizzare la carta. Con la polpa ottenuta fate tante palline che farete seccare ed una volta asciutte dovrete grattarle sino a farle diventare come polvere. Al momento di utilizzarla: 3 parti di polvere, 2 di colla (vinavil o quella di farina), 2 di gesso-acqua quanto basta perché assomigli alla plastilina utile per plasmare e fare delle sculture.
Questo metodo si può eseguire anche sopra un rivestimento di strisce incollate sopra una armatura Fate dei giocattoli insieme ai bambini si divertiranno e impareranno. (vedi la giraffa ) per rendere più levigata la superficie da decorare.

Quando il Carnevale é alle porte perché non partire in tempo e costruirsi una maschera di cartapesta, bellissima, originale, e senza quasi spendere una lira? Come? E' presto fatto , cominciate subito!.