Per evitare le malattie
bottoncino  link bottoncino  arte bottoncino vegetariani bottoncino crudo-cotto bottoncino diete1 bottoncino  nutrizione bottoncino vegani bottoncino index
La corretta alimentazione
No alla alimentazione di tipo industriale che procura danni alla salute
diete

La dieta mediterranea, esempio di buona, sana alimentazione (ma.. forse nel passato!) perde colpi.
Con l'inserimento della alimentazione industriale che aumenta le calorie a tavola (+30% in 40 anni) anche la obesità tra la popolazione. Ma una volta si bruciavano  le calorie di troppo. Oggi non si cammina quasi più. Pochi fanno sport. Ma si mangia quello che vuole la tv.

L' aumento delle calorie, di ogni giorno è aumentato , passando da 2960 kcal a 3340 kcal. Ma in Grecia, Italia, Spagna, Portogallo, Cipro e Malta, che erano più poveri dei Paesi del nord, l'apporto calorico giornaliero è aumentato del 30 per cento e la conseguenza è che più della metà di italiani, spagnoli e portoghesi sono in sovrappeso.

        Una dieta di frutta e verdura

"Non solo una dieta di frutta e verdura ci farebbe bene, ma servirebbe proprio  a tenere lontane le malattie. Solo tre anni fa, il Rapporto dell'Organizzazione mondiale della Sanità sulla salute nel mondo attribuiva a un insufficiente consumo di frutta e legumi quasi tre milioni di decessi".

Prof.  Umberto Veronesi Oncologo

    Mister OK dice SI!

 

    ok
         La verdura...
  • Evita la stitichezza grazie alla elevata presenza di fibre che regolarizzano il transito intestinale. Riduce i rischi di malattie cardiocircolatorie e cancro grazie ad una percentuale di lipidi meno elevata e più equilibrata; riduce il rischio di altre malattie degenerative fra le più comuni della nostra società, come: artrite, artrosi, diabete, obesità, osteoporosi.

  • Spostando l'equilibrio acido-base dell'organismo verso la alcalinità può prevenire il riacutizzarsi delle patologie cronico-degenerative.

  • Un bel centrifugato di carote, pomodori e spinaci, magari con qualche goccia di limone, è ideale per offrire elevate quantità di vitamina C e licopene. Per chi vuole anche l'azione protettiva delle crucifere, poi, basta aggiungere anche del cavolo crudo.

         e la frutta...
    

     frutta
Le popolazioni mediterranee.

Sull'onda del maggiore benessere hanno aggiunto una gran quantità di calorie da prodotti animali e da grassi ad una dieta che era tradizionalmente povera di proteine animali. Ed il cibo che mangiano oggi è, secondo Schmidhuber, "troppo grasso, troppo salato e troppo dolce". "Il fatto è - afferma il nutrizionista Giorgio Calabrese - che gli italiani si sono allontanati dalla dieta mediterranea per seguire la moda delle diete iperproteiche provenienti dagli Usa, deviando verso un regime alimentare errato che ci fa stare peggio".

 

    index
banner