donwload filezilla download filezilla client donwload filezilla download latest filezilla download filezilla client download filezilla 3.2 download filezilla for windows download filezilla 64 bit download filezilla vista download filezilla exe download filezilla ftp software
arte

CSS Valido!

Valid XHTML 1.0 Transitional

Beatrice Wood , Ceramica
Wood

Beatrice Wood: giovane nel cuore
"Le donne sono tutte un po' artiste: hanno il senso dell'incanto"...questa la convinzione di colei che è considerata la musa del Dadaismo americano.
Californiana, classe 1893 Beatrice Wood è ritenuta una delle maggiori artiste contemporanee: pittrice, ceramista, attrice teatrale, fotografa, scrittrice…sono molte le strade creative che ha intrapreso, favorita indubbiamente tanto dalla natura che dalla sorte che le hanno concesso una lunga vita: è infatti scomparsa nel 1998 alla venerabile età di 105 anni!

E in quest’ottica va interpretata tutta la contraddittoria esistenza di Beatrice, i suoi eccessi artistici e sentimentali ai quali faceva da contrappeso uno stile di vita intriso di misticismo orientale e inusualmente morigerato. Suoi biografi che la descrivono come una vegetariana convinta, che non beveva alcolici, non fumava e si concedeva un solo “vizio”: il cioccolato!

Del resto si sa che il movimento Dadaista, che prese origine in Svizzera nel 1916, ad opera di un gruppo di intellettuali europei sfuggiti alla guerra, era nato con l’intento di stupire il pubblico per mezzo di manifestazioni insolite e provocatorie, così da proporre un’arte nuova ed originale. Il nome stesso coniato per identificarlo, il termine “Dada” , non significava nulla, era una parola inventata per sottolineare il rifiuto della razionalità e delle regole imposte all’arte dai clichè della classificazione.

       

Ceramica

 

vaso

Il suo incontro con la ceramica avvenne in seguito ad un caso fortuito: la necessità di trovare una teiera che si accompagnasse ad un servizio di piatti da dolce, decorati a lustro, riportati da un viaggio in Europa…fu appunto nella sua vana ricerca presso i laboratori dei vasai americani che intuì la possibilità di fabbricarsi in proprio ciò che di conforme al suo gusto non riusciva a trovare. I suoi pezzi sono di una strabiliante attualità ancora oggi, a distanza di oltre settant’anni e non fa meraviglia che sul mercato dell’epoca non si trovasse niente di simile!.

calice

Una volta appresi i segreti del tornio e della smaltatura, lanciandosi nelle sue spregiudicate sperimentazioni con lo stesso coraggio e la stessa passione dei quali ha dato prova per tutta la vita.

D’altra parte, come lei stessa affermò in un’intervista rilasciata l’anno prima della morte, “non avrei campato fino a oggi se non avessi trovato ogni giorno un motivo per svegliarmi al mattino con entusiasmo”…

Marisa Poliani.

home copyright 2009 - 2011
^ Torna a inizio pagina